Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la privacy, copyright e cookies policy. Cliccando "accetto" o continuando la navigazione l'utente accetta detto utilizzo.

broking news
Rassegna Stampa di Steffano Assicuratori

GIUGNO 2018 · n.04

 

STEFFANO ASSICURATORI: IL 2018 E’ L’ANNO DEL 90° Anniversario!

Steffano Assicuratori compie 90 anni. Le iniziative che abbiamo realizzato per celebrare questo nostro anniversario hanno come “fil rouge” la città di Milano, la città in cui siamo nati e operiamo da sempre. Il 18 maggio abbiamo dato l’opportunità ad un gruppo di una trentina di nostri amici e clienti di conoscere meglio qualcosa di più nascosto di Milano come L’Orto Botanico di Brera, salendo dal giardino attraverso la Pinacoteca fino all’Osservatorio Astronomico sulla sommità del palazzo. E’ stato un bellissimo pomeriggio soleggiato e ricco di scoperte grazie alle guide dell’Associazione Città Nascosta Milano. Vi terremo informati e vi coinvolgeremo quanto prima sulle nostre altre iniziative! A presto.
Marco Steffano

 

I CONFLITTI CON LE ASSICURAZIONI SI RISOLVONO CONCILIANDO

Un decreto legislativo pubblicato il 16 giugno sulla G.U. prevede che per tutte le liti connesse con le Assicurazioni compresi i risarcimenti, l’assicurato (o avente diritto) e la compagnia adiscano a sistemi stragiudiziali per risolvere il loro conflitto. Quindi, conciliazione a tutto campo, sulla falsariga di quanto il legislatore italiano sta facendo da anni in vari settori. Spetterà ad un decreto attuativo il compito di definire la composizione dell’organo decidente, in modo che risulti imparziale ma al tempo stesso rappresentativo delle parti. Lo stesso decreto si è occupato dei periti, riscrivendo in particolare le norme sanzionatorie per fatti connessi alle loro attività (con richiamo, censura o radiazione a seconda della gravità dell’infrazione).

 

POLIZZE CYBER COME SCUDO

Sensori, telecamere, chip e scatole nere entrano nelle polizze di molte Compagnie nazionali ed estere per entrare nel mercato 4.0 con prodotti adatti alla sharing economy. A livello aziendale la dipendenza quasi totale dalle tecnologie rende sempre più attuale il tema della tutela dagli attacchi cyber e mettersi al riparo da eventi dannosi non prevedibili. Il mercato delle assicurazioni cyber a livello globale valeva 3 mld di dollari a fine 2017 e si prevede che diventi di 17 nel 2023. In Italia i principali rischi temuti sono l’interruzione di attività (51%), i rischi in formatici (38%) e le perdite per catastrofi naturali (30%). Questo tipo di polizza fa cambiare la percezione delle valenza strategica delle coperture assicurative: infatti evidenziano maggiormente l’importanza del rapporto costi-benefici piuttosto che la ricerca del semplice minor costo della polizza stessa.

 

LE POLIZZE FACILITANO IL BUSINESS IMMOBILIARE

Nell’ambito di grandi transazioni immobiliari realizzate da investitori istituzionali il mercato assicurativo sta offrendo sempre più frequentemente delle soluzioni che cercano di sbloccare ostacoli creati dalla crisi del mercato degli ultimi anni. Sono strumenti di derivazione anglosassone che agiscono su eventuali violazioni delle garanzie rilasciate dal venditore e in cui l’assicurazione si sostituisce ad esso per sinistri riguardanti passività ambientali, contenziosi di diritto del lavoro, procedimenti pendenti, procedure concorsuali ed altro. Nel 2017 circa 30 grandi operazioni sono state supportate in questo modo. Lo stesso concetto ispira le polizze esclusive di Steffano Assicuratori rivolte al settore del Real Estate come Asta Sicura (per immobili acquistati in aste giudiziarie) e Donation No Problem (per immobili derivanti da atti di donazione).

 

ANDAMENTO DEL RAMO VITA IN FLESSIONE

Le polizze vita nel corso del 2017 sono leggermente scese in termini di raccolta premi. La flessione generale (ramo vita e danni) è nell’ordine del 2,3% (per 141 mld di euro), e il ramo vita incide in modo deciso, con una flessione del 3,5%. Va detto che le polizze vita Ramo I (rivalutabili) calano del 15% circa, mentre quelle del Ramo III (sostanzialmente tutte unit linked) crescono di oltre il 25%. Sportelli bancari e uffici postali si confermano ai primi posti come canali di raccolta anche se riducono leggermente, passando dal 60,4%al 58,8%, mentre crescono anche i consulenti finanziari, attestati al 17,3%. Non sono mancate le novità nell’offerta: le compagnie hanno proposto ben 400 nuovi prodotti nel corso del 2017, con maggioranza di proposte nel Ramo 1. Il gradimento dei clienti si è rivolto verso prodotti che fornivano più sicurezze, magari a scapito dei rendimenti. I dati completi si trovano nell’ultimo Bollettino Statistiche di IVASS.

 

OLTRE CENTOMILA RECLAMI, MA I NUMERI SONO IN CALO

IVASS annuncia che i reclami alle compagnie italiane ed estere sono state nel corso del 2017 103.974 con un calo rispetto al 2016 del 13,7%. La media dell’incidenza dei reclami è del 5,7% per le imprese nazionali e del 14,3% per quelle dell’Unione Europea.
I reclami accolti sono stati quasi il 30%, quelli respinti il 54% e le transazioni sono complessivamente l’11,5% (la percentuale residua al 31/12/2017 risultava ancora in fase di istruttoria). Infine il settore più delicato: il segmento RC auto resta al primo posto con il 48% dei reclami, principalmente per la fase di liquidazione sinistri del segmento motor. Seguono i reclami sul ramo danni (33,4%) e sul ramo vita (13,7%).

 

RAMI INFORTUNI E MALATTIE IN CRESCITA: PIU’ ATTENZIONE ALLA PERSONA

Gli italiani mettono sempre maggiore attenzione nel tutelarsi contro infortuni che possono minacciare i propri beni, la propria persona e i propri cari. UN cambio “culturale” che IVASS ha testimoniato rilevando come, tra il 2011 e il 2016, il complesso dei premi assicurativi nel ramo infortuni, malattie, incendi e RC generale sia cresciuto dell’1,4%. Nello stesso periodo l’andamento complessivo del ramo danni risulta invece in flessione del 12%.
Solo nel 2016 questi 4 rami assicurativi hanno generato premi per 10,6 mid di euro, così ripartiti: 3 mid infortuni, 2,3 malattie, 2,4 incendi e 2,9 RC generale. Nel comparto salute a fronte di un numero contenuto di denunce (334.000) si è rilevato un costo medio a sinistro elevato (quasi 4.000 euro di costo medio); nel comparto malattie le denunce sono molto alte (quasi 5 milioni) e i costi decisamente più bassi (308 euro di costo medio).

 

IL DECRETO TARDA; LE AGEVOLAZIONI SLITTANO

Il 10 luglio dovrebbe entrare in vigore la legge che prevede gli sconti per gli automobilisti virtuosi assicurati con RC auto con la scatola nera installata a bordo. Il problema è che i decreti attuativi tardano nel prevedere gli aspetti tecnici previsti dalla riforma (ispezioni preventive sulle auto, scatola nera ed etilometro) e questo costringerà le compagnie a congelare i tanto decantati sconti obbligatori.
Il cambio di governo in realtà ha inciso poco, sono i due Ministeri competenti (Sviluppo economico e Infrastrutture) che potrebbero far slittare l’applicazione della legge. Una delusione in particolare per i guidatori virtuosi delle 29 Provincie ad alto tasso di incidentalità nelle quali gli sconti previsti sono addirittura doppi.

 

ESTATE, TEMPO DI VIAGGI: OCCHIO ALLE POLIZZE

Assistenza al viaggiatore, spese mediche, bagaglio e annullamento del viaggio: gli inconvenienti legati ai vari aspetti delle vacanze possono capitare e una copertura assicurativa adeguata può limitare i danni e rendere tutto più sereno. La prima regola è comunque quella di leggere attentamente i pacchetti assicurativi per capire le prestazioni offerte. Il tema delle franchigie spesso fa la differenza (non previste o previste, e di quale importo), come quello dei massimali (vedi le spese di ricovero) come anche limiti temporali.
In un confronto tra polizze viaggio proposte da 11 compagnie sono venute fuori molto bene la copertura Argento di AIG, la Columbus e la Coverwise sia nella protezione di viaggiatore singolo sia in quella famiglia, per destinazioni in Europa ed USA.

Rimani connesso a Steffano Assicuratori

Iscriviti Broking News, la nostra newsletter mensile