Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la privacy, copyright e cookies policy. Cliccando "accetto" o continuando la navigazione l'utente accetta detto utilizzo.

broking news
Rassegna Stampa di Steffano Assicuratori

GENNAIO 2018 / 01

 

LA CLASSE DI MERITO SI CHIARISCE ED ESTENDE.

IVASS fino al 24 febbraio mette in consultazione alcune norme relative alla classe di merito di conversione universale.
Anzitutto chiarisce una serie di dubbi interpretativi della normativa vigente, che determinavano disparità di trattamento nei confronti degli assicurati delle diverse compagnie; inoltre introduce nuovi benefìci a favore di talune categorie di consumatori/assicurati, in precedenza trascurate.
In particolare, è previsto il riconoscimento e mantenimento della classe di merito di conversione universale in capo al coniuge, anche in regime di separazione legale dei beni, nonché alle persone unite civilmente o conviventi di fatto, tenuto conto della nuova disciplina in materia di unioni civili tra persone dello stesso sesso e delle convivenze.

 

ANCORA IN TEMA DI POLIZZE AUTO.

Come scegliere la polizza migliore? Bella domanda. Sicuramente assicurarsi dai rischi della circolazione stradale è una esigenza che scatta molto presto, a partire dal primo motorino o dalla prima macchinetta. Bene ha fatto in questo senso IVASS a realizzare dei quaderni didattici per gli studenti della scuola secondaria e a collaborare col MIUR per la formazione dei docenti.
Per orientarsi tra le 74 compagnie attive (di cui 42 italiane) e con prezzi che continuano ad essere i più alti d’Europa (anche se in progressiva riduzione) ci si può avvalere dei compratori on line privati e di quello pubblico (tuopreventivatore.it) che esamina proprio tutte le offerte sul mercato.
Oltre ai prezzi è importante però esaminare bene le coperture, specie sulle clausole contrattuali chiave e sulle formule di guida proposte.

 

LA RACCOLTA ALL’ESTERO NON E’ POSITIVA.

Pariamo della raccolta all’estero da parte delle assicurazioni italiane che nel 2016 è calata del 3,6%. (in valore assoluto parliamo di una raccolta di 43,1 miliardi di euro). La quota più forte che si è persa è relativa ai rami vita (-5,7%), lievemente compensata dalla crescita del ramo danni (+0,4%).
La raccolta dei premi vita in Italia, effettuata attraverso le controllate estere (9,7 miliardi di euro) è invece in aumento rispetto all’anno precedente di quasi il 40%. Nel 2016 i premi complessivi raccolti nel mercato italiano, compresi quelli delle imprese estere, sono ammontati a 162,1 miliardi, di cui 125 nel ramo vita e 37,1 nel ramo danni.

 

ULTIME NOVITA’ SULLE POLIZZE DORMIENTI.

I contratti assicurativi le cui prestazioni non sono incassabili per l’impossibilità di rintracciare i beneficiari sono definite polizze dormienti. L’IVASS e l’Agenzia delle Entrate adesso intendono collaborare incrociando i codici fiscali con l’Anagrafe Tributaria. Un test di incrocio si à svolto a settembre, ma a marzo partirà un’azione più globale. L’IVASS restituirà i dati incrociati alle imprese assicurative che potranno ricercare i beneficiari e pagare le polizza.

 

I MIGLIORI SERVIZI CLIENTI: UN SONDAGGIO SIGNIFICATIVO.

La rivista Panorama ha pubblicato i risultati di un sondaggio effettuato tra 18.500 persone su oltre 2.000 marchi per fare emergere le 500 società che trattano meglio i consumatori in Italia.
Nel comparto assicurativo-finanziario l’attenzione a questo tema, che è la cura della relazione col proprio cliente, deve porsi ai massimi livelli visto che si occupa dei soldi e della protezione delle persone nella vita di tutti i giorni. I nomi emersi sono comunque quelli di grandi gruppi, non solo italiani ma anche dei competitor esteri di maggior rilievo.
Ecco qualche “classifica” relativa alle categorie assicurative più interessanti:
Assicurazione contro gli infortuni: 1. Genialloyd – 80,0; 2. Zurich Italia 79,0; 3. Generali 78,6;
Assicurazione per la pensione: 1. Generali– 80,3; 2. Allianz 78,9; 3. Poste Vita 77,8;
Assicurazione RCA: 1. Vittoria – 84,4; 2. Linear 80,6; 3. Genertel 80,4;
Assicurazione vita: 1. Genertel – 81,1; 2. Allianz 79,5; 3. UnipolSai 78,5;
Assicurazione sanitaria privata: 1. MetLife – 87,4; 2. Allianz One 82,0; 3. UnipolSai 81,7.

 

UNA GUIDA CI AIUTA A PROTEGGERCI DAI RISCHI CASA.

I Broker di AIBA in collaborazione col Forum ANIA Consumatori uniscono le forze per stimolare la prevenzione e cultura assicurativa. Il tema è soprattutto quella della casa: principale investimento delle famiglie, in un territorio in cui il 90% dei Comuni è esposto a rischi catastrofali, solo 600.000 abitazioni in Italia sono assicurate. Per questi motivi è stata redatta una guida che spiega come proteggere dai rischi la propria abitazione: dalle garanzie previste nelle polizze, alle nuove tecnologie e loro riflesso sulle assicurazioni per la casa. Il volume è scaricabile dai siti AIBA e Forum ANIA Consumatori e dal programma di educazione assicurativa “Io e i rischi”.

 

IN CALO LE ASTE IMMOBILIARI.

Questi i dati che confermano il fenomeno: nel 2017 sono state pubblicate aste per 234.340 immobili con una diminuzione del 12,3% rispetto al 2016. Nel corso del 2016 poi solo il 14% delle procedure si era conclusa con un’aggiudicazione e tutto lascia pensare che per il 2017 le proporzioni saranno le stesse. Motivi principali: le stime di partenza sono troppo alte soprattutto quando gli immobili sono in vendita da molti anni, e questo rende meno appetibili gli immobili offerti. Inoltre gli immobili spesso hanno bisogno di interventi radicali e/o di ricorrere allo sfratto per liberarli. Infine c’è un aspetto di informazione: nel portale delle vendite giudiziarie istituito presso il Ministero della Giustizia dovrebbero essere inseriti tutti gli immobili in offerta. Oggi manca un regolamento attuativo e se ne trovano circa 1.400 di fronte ad un offerta reale di oltre 160mila unità.

 

L’ATTESTATO DI RISCHIO DIVENTA DINAMICO.

Questo tipo di attestato, emanato con un nuovo regolamento IVASS, comporta che si terrà conto anche degli incidenti che l’assicurato non dichiara o dichiara in ritardo, usufruendo nel frattempo della classe di bonus-malus più favorevole, salvo poi cambiare compagnia prima che la stessa possa accorgersene (quindi prima che il sinistro appaia nell’attestato di rischio). Col nuovo strumento non c’è più possibilità di “farla franca” e se il cliente scappa può essere rincorso dalla vecchia assicurazione per ottenere la differenza di premio. Un provvedimento che premia gli assicurati realmente virtuosi, con finalità anti-elusive e anti-frode.

 

STEFFANO ASSICURATORI: IL 2018 E’ L’ANNO DEL 90°!

Sinceramente sembra ieri, quando abbiamo festeggiato l’80° anniversario con una serie di eventi nel corso del 2008. Nel 2004 c’era stato un primo passaggio di consegne dell’azienda di famiglia tra me e mio papà Ernesto; nel 2008 è avvenuto quello definitivo, purtroppo a causa delle scomparsa di papà proprio nell’anno dell’80°. Adesso siamo arrivati al 90° e come amo ripetere nelle mie presentazioni, tra i broker assicurativi non sono in molti a poter vantare una storia così lunga e di successo come quella di Steffano Assicuratori. Il nome Steffano continua a fare la differenza e sono orgoglioso di portarlo come discendente di una famiglia di cui cerco di mantenere alti i valori e la professionalità. Anche per questa ricorrenza stiamo programmando una serie di iniziative celebrative che ci auguriamo saranno interessanti e memorabili come quelle di 10 anni fa. Vi terremo informati e vi coinvolgeremo quanto prima. Ci auguriamo davvero che sarete dei nostri! A presto
Marco Steffano

Rimani connesso a Steffano Assicuratori

Iscriviti Broking News, la nostra newsletter mensile